International Symposium for Directors 2012

Sessione 2

20/07/2013-27/07/2013

Docenti:

  • Dr. Fadil Jaf
  • Yoji Sakate
  • Melanie Joseph
  • John Moran

Workshop su Meyerhold e gli Elementi del TeatroDescrizione del corso: Durante questo workshop intensivo, i partecipanti si sono familiarizzati con gli elementi teorici fondamentali del sistema teatrale di Meyerhold nella regia, che includevano stilizzazione, teatralità e il grottesco. La scuola di regia si basa su quattro elementi: testo e drammaturgia, approccio all’attore (biomeccanica), spazio e scenografia (costruttivismo) e spettatore (il quarto creatore).

Praticando con il corpo e la plastica nello spazio, i partecipanti hanno compreso come costruire una messa in scena nel modo in cui Meyerhold faceva. Gli elementi di questo approccio includono la plastica e gesti dinamici ed espressivi, la creazione di metafore e forme. Il principale compito del regista nel sistema di Meyerhold è la creazione di forme attraverso il movimento. I partecipanti hanno lavorato su uno studio per comprendere il movimento come elemento fondamentale del sistema di Meyerhold e hanno avuto l’opportunità di conoscere alcuni altri studi. Per chiarire quanto fatto durante il workshop di cinque giorni, si è lavorato su alcune scene per vedere come tutto si traduce nel processo effettivo di regia.

Descrizione del corso: Durante il workshop condotto da Yoji Sakate, i partecipanti hanno esplorato il motivo per cui facciamo teatro e per chi lo facciamo. Si è indagato su quali elementi siano necessari per creare inviti teatrali convincenti e su come considerare e autorizzare coloro che rispondono ai nostri inviti – il nostro pubblico – all’interno del nostro lavoro. Il workshop ha investigato approcci drammaturgici, di messa in scena e di produzione in relazione a queste domande.

Descrizione del corso: Melanie Joseph, fondatrice e produttrice artistica de The Foundry Theatre, ha guidato un workshop sull’importanza del pubblico nel fare teatro. I partecipanti hanno esplorato i motivi per cui facciamo teatro e per chi lo facciamo, investigando gli elementi necessari per avviare una conversazione significativa con il pubblico. Il workshop ha esplorato approcci drammaturgici, di messa in scena e di produzione in relazione a queste domande.

Descrizione del corso: Il workshop di John Moran si è sempre basato su composizioni costituite da migliaia di suoni individuali, che, insieme a voci registrate, descrivono dettagliate sequenze d’azione. Queste composizioni sono progettate per essere eseguite dal vivo, in silenzio, seguendo uno schema prestabilito, in modo che la performance teatrale sia integrata con l’idea di essere “prevalutata” in anticipo. Le risposte emotive agli eventi drammatici, insieme ai movimenti, vengono suddivise in varie strutture melodiche, spesso cambiando personaggio più volte in un’unica affermazione. Questa tecnica coinvolge elementi da molte discipline diverse: mimo, danza, recitazione, composizione musicale e regia si combinano in un’espressione unificata, con un riferimento storico alle tecniche dell’animazione. Durante il corso, i partecipanti hanno ricevuto un’introduzione ai principi appresi da Moran, attraverso brevi esempi tratti dalle sue opere recenti, ed è stato loro incoraggiato a sperimentare tali idee nelle proprie composizioni drammatiche.

International Symposium for Directors 2012

Sessione 2

20/07/2013-27/07/2013

Docenti:

  • Dr. Fadil Jaf
  • Yoji Sakate
  • Melanie Joseph
  • John Moran

Workshop su Meyerhold e gli Elementi del TeatroDescrizione del corso: Durante questo workshop intensivo, i partecipanti si sono familiarizzati con gli elementi teorici fondamentali del sistema teatrale di Meyerhold nella regia, che includevano stilizzazione, teatralità e il grottesco. La scuola di regia si basa su quattro elementi: testo e drammaturgia, approccio all’attore (biomeccanica), spazio e scenografia (costruttivismo) e spettatore (il quarto creatore).

Praticando con il corpo e la plastica nello spazio, i partecipanti hanno compreso come costruire una messa in scena nel modo in cui Meyerhold faceva. Gli elementi di questo approccio includono la plastica e gesti dinamici ed espressivi, la creazione di metafore e forme. Il principale compito del regista nel sistema di Meyerhold è la creazione di forme attraverso il movimento. I partecipanti hanno lavorato su uno studio per comprendere il movimento come elemento fondamentale del sistema di Meyerhold e hanno avuto l’opportunità di conoscere alcuni altri studi. Per chiarire quanto fatto durante il workshop di cinque giorni, si è lavorato su alcune scene per vedere come tutto si traduce nel processo effettivo di regia.

Descrizione del corso: Durante il workshop condotto da Yoji Sakate, i partecipanti hanno esplorato il motivo per cui facciamo teatro e per chi lo facciamo. Si è indagato su quali elementi siano necessari per creare inviti teatrali convincenti e su come considerare e autorizzare coloro che rispondono ai nostri inviti – il nostro pubblico – all’interno del nostro lavoro. Il workshop ha investigato approcci drammaturgici, di messa in scena e di produzione in relazione a queste domande.

Descrizione del corso: Melanie Joseph, fondatrice e produttrice artistica de The Foundry Theatre, ha guidato un workshop sull’importanza del pubblico nel fare teatro. I partecipanti hanno esplorato i motivi per cui facciamo teatro e per chi lo facciamo, investigando gli elementi necessari per avviare una conversazione significativa con il pubblico. Il workshop ha esplorato approcci drammaturgici, di messa in scena e di produzione in relazione a queste domande.

Descrizione del corso: Il workshop di John Moran si è sempre basato su composizioni costituite da migliaia di suoni individuali, che, insieme a voci registrate, descrivono dettagliate sequenze d’azione. Queste composizioni sono progettate per essere eseguite dal vivo, in silenzio, seguendo uno schema prestabilito, in modo che la performance teatrale sia integrata con l’idea di essere “prevalutata” in anticipo. Le risposte emotive agli eventi drammatici, insieme ai movimenti, vengono suddivise in varie strutture melodiche, spesso cambiando personaggio più volte in un’unica affermazione. Questa tecnica coinvolge elementi da molte discipline diverse: mimo, danza, recitazione, composizione musicale e regia si combinano in un’espressione unificata, con un riferimento storico alle tecniche dell’animazione. Durante il corso, i partecipanti hanno ricevuto un’introduzione ai principi appresi da Moran, attraverso brevi esempi tratti dalle sue opere recenti, ed è stato loro incoraggiato a sperimentare tali idee nelle proprie composizioni drammatiche.

Correlati

Esplora tutte le attività collegate!