Progetto

Ri-Generazioni

Città viva, creativa e giovane

Ri-GENERAZIONI è stato un progetto collaborativo tra La MaMa Umbria International e il Seoul Institute of the Arts, mirato a coinvolgere e stimolare creativamente i giovani e la città attraverso laboratori artistici. Il programma ha ospitato quattro diversi artisti in residenza per una settimana ciascuno, affiancati da studenti artisti coreani, per creare azioni, eventi, performance e flash mob. Ogni workshop, aperto a un massimo di 20 partecipanti, ha culminato in un evento pubblico, mentre alla fine delle quattro settimane, le esperienze si sono fuse in una festa conclusiva.

Descrizione Progetto

Ri-GENERAZIONI è emerso come un’iniziativa innovativa per alimentare la vitalità artistica e culturale della città attraverso una serie di laboratori creativi condotti da artisti internazionali di talento. In collaborazione con il Seoul Institute of the Arts, La MaMa Umbria International ha ospitato quattro artisti distinti durante un periodo di residenza di una settimana ciascuno.

La prima settimana ha visto la partecipazione di Yoshiko Chuma, rinomata artista giapponese, con il suo progetto “FROM BRAIN TO BONE“, che ha esplorato i confini dell’arte attraverso una fusione di teatro, danza e video. Chuma è stata affiancata da un gruppo di studenti artisti coreani, insieme ai quali ha guidato il laboratorio e ha lavorato alla creazione di performance che hanno sfidato il pubblico a riflettere sulle connessioni tra mente e corpo.

Nella seconda settimana, è stata la volta di Dynamis teatro, un collettivo italiano noto per la sua capacità di mescolare tradizione e innovazione in modo creativo. Il loro progetto “TERRAPROMESSA” ha esplorato tematiche legate alla terra e alla promessa, coinvolgendo gli studenti artisti del Seoul Institute of the Arts in un processo creativo intenso e coinvolgente.

Ogni workshop è stato progettato per accogliere fino a 20 partecipanti, offrendo loro l’opportunità di lavorare a stretto contatto con artisti di fama internazionale e di esplorare una vasta gamma di discipline artistiche, tra cui teatro, danza, video, musica, fotografia e arti visive.

Alla conclusione di ciascuna settimana, gli artisti hanno presentato al pubblico il frutto del loro lavoro attraverso eventi pubblici che hanno stimolato la partecipazione e la riflessione. Alla fine delle quattro settimane, le esperienze e le creazioni artistiche sono culminate in una festa conclusiva, che ha celebrato il successo del progetto e l’incredibile creatività dei giovani partecipanti.