Residenze Artistiche

2014

Retrospettiva sulle residenze del 2014 presso La MaMa Umbria International: dall’intenso lavoro di Marco Calvani, Nathalie Fillion e Neil LaBute su ‘Desiderio’ nell’ambito di AdA – Author directing Author, alla profonda riflessione sulla libertà e i diritti civili di ‘I AM HERE’ dell’University of South Carolina Lancaster. Inoltre, le straordinarie danzatrici e coreografe americane di Chimera Project hanno dato vita a ‘Blank Canvas’, coinvolgendo giovani talenti del territorio. Infine, la regista Dora Arreola e la sua compagnia Mujeres en Ritual hanno sviluppato ‘La Urdimbre’ basandosi sul romanzo di Fabiola Ruiz, con la preziosa collaborazione di Rena Mirecka.

Residenza Artistica: Dal 15 al 26 giugno 2014 Presso la MaMa Umbria International, La MaMa E.T.C., New York

In collaborazione con:

  • La Biennale Internazionale del Teatro di Venezia 2014
  • La Chartreuse, Centre National des Ecritures du Spectacle (CNES), France

Con il sostegno di:

  • Hydrowatt S.p.A.
  • Projit

Descrizione:

Dopo il successo della prima edizione di AdA – Author directing Author, nata dall’incontro tra Neil LaBute e Marco Calvani e che ha dato vita a tre prime internazionali nell’estate 2012 in italiano, in spagnolo e in inglese, la drammaturga e regista francese Nathalie Fillion si unisce ai due autori/registi per dar vita alla seconda edizione del progetto. AdA mira a celebrare i diversi approcci alla scrittura e alla regia teatrale, esaltando le caratteristiche della drammaturgia contemporanea europea ed americana.

Nel corso della residenza presso La MaMa Umbria nel giugno 2014, Calvani, Fillion e LaBute scriveranno tre brevi atti unici attorno a un tema comune: DESIDERIO. Successivamente, alla Biennale di Venezia 2014, i tre autori/registi lavoreranno alla messa in scena italiana delle tre pièces, “scambiandosi” le regie.

Artisti:

Nathalie Fillion:
Dopo una carriera come attrice, Nathalie Fillion si dedica alla drammaturgia e alla regia. Tra i suoi lavori più acclamati vi sono “Alex Legrand” e “A l’Ouest”. Collabora regolarmente con musicisti e ballerini, e i suoi testi sono tradotti in varie lingue.

Marco Calvani
Attore formatosi alla scuola del Teatro della Limonaia di Firenze e al Duse Studio di Roma, Marco Calvani ha debuttato come drammaturgo nel 2002 con “Quasi”. Tra i suoi lavori più noti vi sono “Le mani forti” e “Olio”. I suoi testi sono tradotti e rappresentati in sei lingue. È membro della Dramatists Guild of America.

Neil LaBute:
Drammaturgo, regista e sceneggiatore, Neil LaBute ha un vasto repertorio di lavori teatrali e cinematografici. Tra i suoi lavori più noti vi sono “In a Dark Dark House”, “Reasons to Be Pretty” e “Some White Chick”. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti nel corso della sua carriera.

Residenza Teatrale: Dal 10 al 20 Agosto 2014 presso La MaMa Umbria International, Cantiere Oberdan.

Date:

19 e 20 Agosto ore 21.00 al CANTIERE OBERDAN

Regia:

  • Ideato e diretto da: Marybeth Halloway e Andrea Paciotto

Cast:

  • Interpretato da: Timisha Hood, Kevin Snipes, Tayler Harris, Jordyn Daniels, Brittany Scott, Tyrie K. Rowell, Nigia Stevens
  • Con la collaborazione di: Catherine Filloux

Supporto:

  • Realizzato grazie al supporto dell’Università della Carolina del Sud Lancaster, con il finanziamento del Provost’s Grant for Creative and Performing Arts.

Ringraziamenti speciali:

  • Walter Collins, Decano della USC Lancaster
  • Susan Elkins, Cancelliere del Palmetto College

Sinossi:

“I AM HERE” è un progetto interdisciplinare che esplora il tema della libertà e dei diritti civili. Si interroga su ciò che ci definisce come individui e su come il nostro passato possa influenzare il nostro presente. Ambientato in South Carolina, uno degli stati più conservatori degli Stati Uniti, lo spettacolo riflette sulle questioni di libertà, democrazia e razzismo, attingendo alle esperienze personali dei partecipanti e alla storia del movimento per i diritti civili americano.

“I AM HERE” esplora le molteplici sfaccettature dell’identità individuale e collettiva, portando in scena una serie di storie personali, riflessioni e informazioni storiche sul movimento per i diritti civili. Attraverso una combinazione di narrazione e performance teatrale, lo spettacolo invita il pubblico a riflettere sulla propria storia e sul concetto di libertà nella società contemporanea.

Riepilogo:

“I AM HERE” rappresenta un’opportunità unica per esplorare le questioni fondamentali della libertà e dei diritti civili attraverso il medium del teatro. Grazie alla partecipazione attiva degli studenti e al sostegno dell’Università della Carolina del Sud Lancaster, lo spettacolo offre una visione stimolante e coinvolgente della società contemporanea e del suo rapporto con il passato

Residenza Artistica: Dal 11 Al 24 Agosto 2014 presso La MaMa Umbria International, Cantiere Oberdan

Date:

22 e 23 Agosto ore 21.00 CANTIERE OBERDAN

Ideazione, coreografia ed esecuzione:

  • Kristin Draucker
  • Marielis Garcia
  • Nicole Restani

Sinossi:

“BLANK CANVAS” è uno spettacolo coreografico ideato e eseguito dalle talentuose danzatrici e coreografe americane Kristin Draucker, Marielis Garcia e Nicole Restani. Durante una residenza creativa presso La MaMa Umbria, le tre artiste lavorano alla creazione di uno spettacolo unico che esplora il concetto di performance live come forma d’arte irripetibile. Attraverso la ripetizione, i danzatori allenano mente e corpo per eseguire le coreografie con precisione, ma la variabilità della condizione umana garantisce che ogni performance sia unica.

Lo spettacolo si svolge su una tela vuota posta a terra, che definisce lo spazio della performance. Le danzatrici, ricoperte di colore, lasciano segni e tracce sulla tela attraverso i movimenti della coreografia. Durante le prove e le repliche, le danzatrici creano ogni volta un nuovo quadro, trasformando la tela in una rappresentazione dinamica delle loro esecuzioni. I risultati delle performance precedenti saranno esposti nell’ingresso del teatro, consentendo al pubblico di osservare le similitudini e le differenze emergenti con ogni ripetizione. In questo modo, “BLANK CANVAS” illustra l’unicità di ogni creazione e la bellezza che nasce dalle variabili dell’elemento umano.

Riepilogo:

“BLANK CANVAS” è uno spettacolo coreografico innovativo che sfida le convenzioni della performance live. Attraverso la combinazione di danza, colore e interazione con la tela, le danzatrici trasformano ogni esecuzione in un’esperienza unica e visivamente stimolante. Con il coinvolgimento di giovani artisti e musicisti del territorio, lo spettacolo rappresenta un’opportunità di esplorare la creatività e l’individualità nel contesto dell’arte contemporanea.

Residenza Teatrale: Dal 19 Al 27 Agosto 2014 presso La MaMa Umbria International, Cantiere Oberdan

Date:

25 e 26 agosto ore 21.00 CANTIERE OBERDAN

Regia e direzione artistica:

  • Dora Arreola

Collaborazione:

  • Rena Mirecka

Interpreti:

  • Dora Arreola
  • Gisela Madrigal
  • Cristina Carpio
  • Ilse López
  • Kenia Delgadillo
  • Sandra Diaz
  • Maria Vale

Sinossi:

“LA URDIMBRE” è uno spettacolo teatrale basato sul romanzo “Telares” della scrittrice messicana Fabiola Ruiz. La storia si svolge in un piccolo villaggio di montagna dove gli abitanti si trovano invisibilmente coinvolti in una lotta tra tradizione e modernità, rappresentando simbolicamente ciò che avviene in diverse parti del Messico e del mondo. Attraverso il conflitto tra tradizione e modernità, lo spettacolo esplora temi di oblio, memoria e ricerca d’identità, offrendo uno sguardo approfondito sulla cultura popolare, inclusi il ruolo delle donne, il machismo, la religiosità e le abitudini della vita quotidiana.

Descrizione:

Durante una residenza artistica presso La MaMa Umbria, la regista Dora Arreola e la sua compagnia Mujeres en Ritual hanno avuto l’opportunità di sviluppare questo spettacolo, con la preziosa collaborazione della maestra polacca Rena Mirecka. La narrazione di “LA URDIMBRE” si concentra sulle vicende di un villaggio montano, dove l’arrivo della cultura capitalistica minaccia le tradizioni e le identità dei suoi abitanti. Attraverso il dramma vissuto dai personaggi, lo spettacolo offre una riflessione profonda sulle tensioni tra modernità e tradizione, evidenziando le complessità della cultura popolare e le sfide che essa affronta nell’era contemporanea.

Riepilogo:

“LA URDIMBRE” è il risultato di una ricerca continua condotta dalla regista Dora Arreola e dalla sua compagnia, ed è stato ulteriormente sviluppato durante una residenza artistica presso La MaMa Umbria. Attraverso una combinazione di narrazione teatrale e riflessione sociale, lo spettacolo offre al pubblico un’opportunità di esplorare le dinamiche culturali e sociali del Messico contemporaneo, mentre si confronta con le sfide della modernità e della tradizione.

Tutti gli anni delle Residenze

Non perderti le Residenze svolte negli altri anni!