”A multicultural hive of avant-garde drama and performance art”

– New York Times

Fondata nel 1961 da Ellen Stewart, La MaMa è una ”accogliente casa” per artisti di tutte le identità, razze, età e culture. A La MaMa, gli artisti trovano lo spazio, il sostegno e la libertà creativa per esplorare nuove forme di espressione e creare nuovi lavori.

La MaMa costruisce un pubblico che è parte integrante del processo creativo. I membri della nostra comunità locale e globale, che si riuniscono nei nostri spazi fisici, digitali e ibridi per vedere nuovi lavori, sono spesso i primi spettatori degli stessi. La risposta del pubblico contribuisce a plasmare l’evoluzione del pezzo per l’artista, ed è una parte essenziale dell’ecosistema creativo che La MaMa coltiva.

La MaMa crede che l’arte sia una forza per il cambiamento. La violenza, la discriminazione e il razzismo sistemico non si fermeranno senza una resistenza unita. La MaMa si impegna a combattere il bigottismo e l’intolleranza in tutte le loro forme e a fornire spazi inclusivi per la nostra comunità locale, nazionale e globale.

Ellen Stewart

Ellen Stewart (7 novembre 1919 – 13 gennaio 2011) è stata la fondatrice, direttrice artistica e produttrice del ”La MaMa Experimental Theatre Club”. Era una designer rispettata presso Saks Fifth Avenue, Bergdorf Goodman e Henri Bendel quando nel 1961 ha avviato ”La MaMa” nel seminterrato di un edificio popolare, che successivamente divenne uno dei primi teatri underground di New York. Anche se non aveva esperienza teatrale, divenne una pioniera del teatro e una figura chiave nel movimento ”off-off-Broadway”. Battezzato in suo onore poichè molti la chiamavano “Mamma”, il ”Café La MaMa” divenne infine il ”La MaMa Experimental Theatre Club”.

Ellen non smise mai di lavorare, e il suo impegno e influenza sul teatro sperimentale furono enormi. Credeva che ciò di cui gli artisti avevano più bisogno fosse la libertà di creare senza interferenze. Definiva la sua famiglia di artisti i suoi figli e li avrebbe sostenuti con i soldi che guadagnava nel campo del design. Prima di ogni spettacolo, saliva sul palcoscenico e suonava una campana, recitando il motto di La MaMa “Dedicato agli Autori e a tutti gli aspetti del Teatro“. Le produzioni de ”La MaMa” viaggiavano all’estero, e Ellen divenne l’ambasciatrice off-off-Broadway nel mondo, producendo spettacoli in Francia, Italia, Grecia, Argentina, Austria, Turchia, Filippine, Africa, Brasile, Haiti, Marocco, Israele, Bulgaria e Jugoslavia.

Oltre a due Tony Awards, Ellen ricevette un premio della MacArthur Foundation nel 1985 e fu inserita nella American Theater Hall of Fame nel 1992. Fu nominata ufficiale nell’Ordre de Arts et des Lettres della Francia e ricevette un Premio per i Servizi Distinti all’Arte e alla Cultura in Ucraina. Ricevette anche il premio Praemium Imperiale dal Giappone e un premio per i diritti umani dalle Filippine. L’International Theatre Institute (ITI) creò il Premio Internazionale Ellen Stewart da conferire a “un singolo artista teatrale o a una compagnia teatrale il cui lavoro promuove il cambiamento sociale e la partecipazione della comunità con un particolare focus sul coinvolgimento dei giovani”.

Ellen diceva: “La MaMa è una famiglia composta da tanta gente, quindi molte persone si chiedono: ”Beh, come fa a resistere?” Ma so che in questo momento, in ogni angolo della terra, ci sono persone con energie e battiti cardiaci, e parte di quelli sono diretti verso La MaMa, e non ci serve sapere altro, tesoro, per non affondare.”

La MaMa Experimental Theatre Club

Fondata nel 1961 dalla leggenda del teatro Ellen Stewart, La MaMa è l’unico originale luogo Off-Off-Broadway ancora in attività. Ellen ha istituito ”La MaMa” come rifugio per artisti emergenti, permettendogli di sperimentare nuovi lavori, senza le pressioni del successo commerciale. Oggi, mantiene un ambiente di libertà creativa senza censura, dove artisti di tutti i background e identità, possono sviluppare lavori che spingono i confini di ciò che è possibile sul palcoscenico.

Finora, La MaMa ha supportato più di 5.000 produzioni, con la partecipazione di 150.000 artisti provenienti da 70 nazioni. Nel 2018, ”The American Theatre Wing” ha presentato a ”La MaMa” il Tony Award per il Teatro Regionale, affermando: “La MaMa Experimental Theatre Club è un pilastro della scena teatrale di New York. È uno spazio eccitante dove gli artisti possono crescere, creare e superare i confini, e siamo entusiasti di poterli onorare quest’anno.” La MaMa è stata anche onorata con oltre 30 premi Obie e dozzine di premi Drama Desk, Bessie e Villager.

“La MaMa’ è sempre stata una casa per ribelli e emarginati. È un luogo che comprende l’importanza della differenza, della diversità, un luogo che dà voce a voci inascoltate qui e all’estero.” – Ping Chong, Regista e destinatario della Medaglia Nazionale delle Arti

Gli artisti coltivati a ”La MaMa” includono: Blue Man Group, Ping Chong, Tisa Chang, André De Shields, Olympia Dukakis, Tom Eyen, Harvey Fierstein, Richard Foreman, Philip Glass, Diane Lane, Taylor Mac, Bette Midler, Meredith Monk, Tom O’Horgan, Estelle Parsons, David e Amy Sedaris, Sam Shepard, Elizabeth Swados, Julie Taymor, Robert Wilson e altri.

La rete e la comunità de ”La MaMa” si estende in tutto il mondo. La MaMa ha presentato i debutti negli Stati Uniti di molti artisti, come Min Soo Ahn, Peter Brook, Tan Dun, Cecile Guidote-Alvarez, Tadeusz Kantor, Branko Milicevic, Kazuo Ohno, Andrei Serban, Shuji Terayama, Tokyo Kids Brother, Duk-Hyung Yoo e Belarus Free Theatre.

Ogni artista del programma stagionale riceve una residenza di sviluppo a ”La MaMa”, inclusi spazi per prove e performance, personale tecnico, supporto marketing e servizi di biglietteria.

Gli artisti sono accolti a La MaMa e amorevolmente incoraggiati a sperimentare“, dice la Direttrice Artistica Mia Yoo. “Mentre siamo cresciuti nel corso degli anni, il prendere rischi e la diversità sono rimasti valori culturali.” Con 88.000 piedi quadrati di spazio dedicato all’arte nell’East Village, La MaMa è una pietra miliare storica e un moderno centro per il teatro sperimentale senza frontiere.

La MaMa ha quattro teatri, innumerevoli compagnie residenti, sette piani di spazio per le prove, una galleria, un archivio, un complesso internazionale di artisti in Italia (La MaMa Umbria International) e produce da 50 a 90 produzioni all’anno

La MaMa Umbria International

Nel 1967, ”La MaMa” fa il suo ingresso in Italia su invito del maestro Giancarlo Menotti, nell’ambito Festival dei Due Mondi di Spoleto, durante il terzo tour europeo del gruppo ”La MaMa Troupe”. Gli spettacoli presentati includono “Tom Paine” di Paul Foster, diretto da Tom O’Horgan, e “Sarah B. Divine” e una singolare biografia musicale di Sarah Bernhardt, scritta e diretta da Tom Eyen.

Nel corso degli anni successivi, ”La MaMa” continua a lasciare il segno nel panorama teatrale italiano, partecipando a importanti eventi come la Biennale di Venezia e il Festival di Taormina. Nel 1973, Ellen Stewart, fondatrice di ”La MaMa”, si innamora della città di Spoleto e acquista un appartamento nel suo centro storico, in Piazza Campello.

Nel corso degli anni, La MaMa ha continuato ad essere un punto di riferimento per la scena teatrale italiana, presentando spettacoli innovativi e promuovendo l’interculturalità e lo scambio artistico tra diverse comunità.

Grazie al premio ricevuto dal MacArthur Fellowship nel 1985, Ellen Stewart acquista un ex monastero del 1200 in Umbria, nella campagna Spoletina, dove nel 1990 fonda ”La MaMa Umbria International”. Questa sede europea del teatro newyorchese diventa un luogo di lavoro e studio per artisti di teatro provenienti da tutto il mondo.

Nel corso di oltre 30 anni di attività, ”La MaMa Umbria International” ha presentato numerosi spettacoli di teatro e danza, concerti, mostre e conferenze. Ogni anno, organizza anche un piccolo Festival estivo annuale (La MaMa SpoletoOpen), al tempo curato direttamente da Ellen Stewart.

Da 25 anni ormai, ”La MaMa Umbria International” si concentra anche sull’alta formazione, offrendo corsi tenuti da docenti e artisti di fama internazionale.

La Mama Spoleto Open, in collaborazione con il Festival dei Due Mondi e con il patrocinio artistico del ”La Mama E.T.C”. di New York, organizza un evento speciale dedicato ad Ellen Stewart, con una rassegna di compagnie nazionali e internazionali che presentano novità teatrali durante tutta l’estate.

Oggi, La MaMa Umbria International continua a essere un luogo di sperimentazione e sviluppo creativo, ospitando artisti emergenti e focalizzandosi sul coinvolgimento dei giovani. Non è solo un luogo sperimentale, ma anche un luogo di convivialità, dove le persone passano settimane o mesi insieme a studiare, creare, sperimentare e godere della natura umbra. La MaMa Umbria International è un importante punto di riferimento per la cultura e le arti in Italia e nel mondo.